Seen City - Le nostre Marche

I promotori del progetto

Siamo da sempre una città di mare.
Un borgo marinaro, fatto ancora di pescatori che col rosso dell’alba tornano a riva e di spiagge che abbiamo condiviso, negli anni, con milioni di turisti.
La nostra estate inizia quando ancora è primavera. Ci scrolliamo dal torpore invernale e iniziamo a sognare una stagione ricca di grandi eventi e di piccole, meravigliose avventure adatte a tutti i nostri ospiti.

Il Castello Svevo, simbolo della nostra città, è il contenitore perfetto di tante nostre iniziative: l’Arena Beniamino Gigli ha sempre ospitato serate di cinema all’aperto, grandi concerti, indimenticabili spettacoli teatrali. La pinacoteca e le mostre – temporanee o permanenti – saziano la fame di cultura e ospitano letture animate, incontri, conferenze sui temi d’attualità.
I nostri nove chilometri di spiaggia e il lungomare completamente pedonale regalano lunghe passeggiate, spazio per attività fisica, per muoversi serenamente con i bambini, per partire alla scoperta dei dintorni con la bicicletta.
E poi, basta uno sguardo per tracciare il profilo del Monte Conero e per ritrovarsi ogni giorno ad aspettare l’incanto di certi tramonti.
La mattina l’acqua si riempie di mille luci. L’odore del mare entra nelle narici e il vociare dalle spiagge racconta di una cittadina viva, perfettamente a suo agio con la sua storia e con il suo presente.

A Porto Recanati il tempo non si è mai fermato, ma il gusto per le tradizioni si rinnova ogni volta che qualcuno prepara il Brodetto o che qualche pescatore tira in terra la “Sciabbega”.

Il nostro è un tempo frenetico; dall’alba al tramonto e fino a notte fonda, c’è tutta una stagione da vivere.
Eppure, il nostro è un tempo lento. Fatto dello sciabordio delle onde, dell’attesa di un’alba che colora il cielo, dell’arrivo delle barche e dei gabbiani a riva, della quieta bellezza del mare.

E noi lo sappiamo, quando c’è il mare, la felicità è una cosa semplice.

Sei un produttore cinematografico o televisivo in cerca del luogo giusto per ambientare la tua storia?
Un giovane autore alle prese con la sua opera prima?
Cerchi collaborazione per affrontare le difficoltà di produzione: trovare l’interlocutore giusto per permessi, sistemazioni, sostegni economici, logistici, fund raising istituzionale e non?
Hai bisogno di maestranze affidabili? vuoi aiuto nella promozione del tuo prodotto?
Marche Film Commission è stata per creata per questo.
Un piccolo ma pervicace team di professionisti che non si scoraggia mai (o quasi) saprà farti scoprire, suggerendoti percorsi specifici adatti alle esigenze della tua sceneggiatura, un territorio discreto e bellissimo, così “poco sfruttato” dal cinema da essere ancora ospitale, cordiale e conveniente.
Come forse nemmeno immaginavi…clicca qui per scoprire i nostri servizi.

Tipicità è un fenomeno unico in Italia. Nasce nelle Marche nel 1993 come piccolo Festival per promuovere le produzioni agroalimentari di nicchia ed oggi è divenuto un formidabile laboratorio permanente di sviluppo che promuove cibo, territorio e manualità Made in Italy, in Italia e nel mondo, con iniziative che spaziano dagli Emirati Arabi al Canada, dalla Norvegia agli USA ed in tante altre realtà internazionali.
Si fonda su una public-private partnership di circa 300 entità, tra le quali Atenei, realtà pubbliche ed aziende leader nei rispettivi settori, che si identificano e cooperano al “brand ombrello”.
Tipicità promuove iniziative di grande visibilità mediatica e digitale per la promozione turistica, insieme alla valorizzazione delle produzioni agroalimentari e manifatturiere di alta qualità.
Un’opera continuativa che confluisce in veri e propri stati generali condivisi con un’ampia community, in occasione di “Tipicità Festival” a Fermo, “Tipicità in Blu” in Ancona e “Grand Tour delle Marche”, il circuito esperienziale di eventi dedicati a cibo e making. Ultima nata, la versione “Phygital”, premiata da Enit e Gist nel 2020 con il “Travel Food Award”.

La serata di premiazione

Rosario Capozzolo
Marchigiano, classe 84’.
Medico, regista e autore cinematografico.
Dopo gli studi universitari muove i primi passi nel mondo del cinema indipendente come assistente alla regia per poi esordire come regista con il cortometraggio “Provaci Ancora”. Successivamente gira a Los Angeles “Peggie”, una storia d’amore che affronta il tema della demenza come possibilità di viaggiare nel tempo. Il film ottiene numerosi riconoscimenti internazionali e nazionali, come anche il suo ultimo lavoro, “Il primo giorno di Matilde”, un cortometraggio sulla genitorialità e il pregiudizio. Attualmente in fase di scrittura l’opera prima di lungometraggio.

Elena Casaccia
Docente di lettere, socia fondatrice di Guasco che dal 2009 si occupa di produzione cinematografica, editoria, comunicazione. Editrice e produttrice, ha scritto soggetti e sceneggiature tra cui “Generazione internet”, regia di Lorenzo Vignolo, “La leggenda di Bob Wind” regia di Dario Baldi, uscito al cinema nel 2017, selezionato in vari festival e proiettato al Regent Street Cinema di Londra nella rassegna curata da CinemaItalia UK, il corto “Dimenticanze”, regia di Victor Carlo Vitale, selezionato e premiato in numerosi festival nazionali e internazionali, il soggetto del film “Come niente”, regia di Davide Como, distribuito da Minerva Pictures sulle principali piattaforme, Sky Primafila, Chili, Amazon, Rakuten Google play, Apple tv.
Ha ideato manifestazioni artistiche ed eventi culturali come E-creativity, festival della comunicazione digitale, Appunti di viaggio nella narrativa femminile, progetto di promozione e valorizzazione di scrittrici contemporanee per la Commissione per le pari opportunità della Regione Marche, La fabbrica del cinema, collocato all’interno del Distretto Culturale Evoluto, un progetto di Regione Marche e Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura.
Formatrice di narrazione e storytelling nei corsi PON e IFTS, coordina l’ufficio stampa di Guasco ideando le campagne di comunicazione di cortometraggi, film e spettacoli teatrali. È coordinatore generale di CNA Cinema e Audiovisivi Marche e referente regionale di Doc.it.
Dal 2020 si occupa della direzione artistica del festival di cinema indipendente CineOFF.

Simone Riccioni
Simone è nato a Hoima, in Uganda , dove i genitori lavoravano per conto dell’AVSI . A 7 anni arriva in Italia, a Corridonia , e a 15 inizia a recitare nei teatri parrocchiali.
Dal 2009 comincia a recitare in spot pubblicitari tra i più noti Novi, Diesel, Gillette, Fiat, Borotalco, Ima Safe, Riso Flora, Vecchia Romagna, Diadora, Adidas, Colmar Sky, Settimana Enigmistica, Smemoranda, Clarks, Vodafone, Trova Prezzi, King Gillette, Nutella Biscuits e altre. Ha recitato anche in serie televisive, tra cui “I soliti idioti”.
Al cinema i suoi primi ruoli di successo sono in “E fu sera e fu mattina” e in “Universitari – Molto più che amici”.
Nel 2014 viene pubblicato il suo primo romanzo, Eccomi.
Nel 2016 è produttore associato, co-sceneggiatore e attore protagonista del film “Come saltano i pesci” con cui vince il premio come attore rivelazione al Gold Elephant Festival di Catania.
Nel 2017 è produttore, co-sceneggiatore e attore protagonista del film “Tiro Libero” con cui vince il premio Antinoo come produttore emergente dell’anno (premiato nella Sala Fellini a Cinecittà insieme a grandi come Dante Ferretti e Lina Sastri ) e il premio Italian Values Award, premiato in Campidoglio.
Nel 2017 è nel cast del film internazionale “Voice of the Wolf – La Voce del Lupo” come co-protagonista insieme a grandi attori come Christopher Lambert e Maria Grazia Cucinotta. Nel 2018 è uno degli attori della fiction “Che Dio ci Aiuti” nel ruolo di Alessio.
Nel 2019 è produttore e protagonista maschile de “La Mia Seconda Volta”, insieme ad un cast d’eccezione formato da: Luca Ward, Aurora Ruffino, Daniela Poggi, Isabel Russinova e con la regia di Alberto Gelpi. Il film ha aperto il festival Giffoni Experience 2019.
Nel 2020 viene pubblicato il suo quarto romanzo tratto dal film “La Mia Seconda Volta”.
Nel 2020 apre una scuola/palestra per attori a Macerata dal titolo “Cinema che passione”.

Denise Tantucci è l’attrice italiana innamorata della fisica delle particelle. Denise è nata a marzo vicino al mare, ad Ancona. È cresciuta combinando l’insegnamento teatrale e quello scientifico, trasferendosi a Roma all’età di 15 anni per dare una spinta alla sua carriera di attrice. Denise è diventata popolare partecipando a diverse serie televisive, prima fra tutte la celebre “Braccialetti Rossi”, nella quale interpreta il ruolo di Nina, sfrontata ragazza affetta da cancro, e poi in “Siren”, dove veste i panni dell’affascinante sirena Irene.
All’età di 20 anni, la svolta d’autore avviene al Locarno Film Festival con “Likemeback”, in cui è narrata una storia di amicizia e interferenze “social” nella vita e nelle relazioni della generazione Z. Successivamente, Denise è Stella nel pluripremiato “Buio” (Premio Siae @Nastri d’Argento, Premio Raffaella Fioretti @Alice nella Città).
Il più grande progetto della sua carriera, tuttavia, non è ancora stato proiettato: nell’ultimo film di Nanni Moretti, “Tre piani”, Denise interpreta una misteriosa e seducente giovane ragazza, condividendo la scena con Riccardo Scamarcio. Il film dovrebbe partecipare al prossimo Festival di Cannes, se le disposizioni sanitarie legate alla pandemia ne consentiranno lo svolgimento. Nel frattempo, Denise ha pubblicato un libro di poesie, ha scritto e ha diretto uno spettacolo teatrale sulla questione etica dell’eutanasia e si è laureata in fisica.
Denise sta attualmente preparando un nuovo film con Peppino Mazzotta e sta scrivendo il suo primo lungometraggio, vincitore di fondi nazionali per lo sviluppo di storie sulle integrazioni nello scenario mediterraneo e con il supporto dell’associazione francese Meditalents. Nel frattempo, Denise sta lavorando come ricercatrice presso l’Università Statale di Milano.

Rebecca Liberati, cantante, attrice di teatro e di cinema, una volta diplomatasi al centro di formazione cinematografica Officine Mattòli, sotto la direzione di Stefania de Santis, debutta sul set di “Pagliacci” di Marco Bellocchio nel 2013.

Protagonista di corti pluripremiati, da “Spera Teresa” di Damiano Giacomelli prodotto da Yuk! film a “Il vaccino” di Edoardo Ferraro prodotto da Guasco, recentemente è stata insignita del premio come Miglior attrice protagonista al “Fluvione film festival” per Spera Teresa, e del premio Cinemaèdonna, dedicato alla figura di Marisa Galeazzi Saracinelli del festival Cineoff.

6 MAGGIO 2021 - ORE 17.30
Evento di premiazione in diretta streaming

Segui la diretta sul canale YouTube di Fondazione Marche Cultura

“Seen City – Let’s play Marche”:
video contest per ragazzi
da 18 a 25 anni

Dopo il successo di VediamoCineMarche, prosegue la collaborazione di Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura con il Comune di Porto Recanati, con un nuovo progetto di promozione dell’identità e della bellezza delle Marche attraverso il cinema.

“SEEN CITY – LET’S PLAY MARCHE” è un concorso Cineaudiovisivo a premi rivolto a giovani cinevideomaker under 25 che vuole cogliere e raccogliere l’immaginario visivo delle nuove generazioni a riguardo del proprio territorio, all’incrocio tra passato e futuro con la più ampia libertà di interpretazione.

Il tema del concorso, a partecipazione gratuita, è raccontare le “proprie” Marche: esperienze, emozioni, sogni e progetti per i luoghi marchigiani, nativi o altrimenti visitati e conosciuti, attraverso la realizzazione di brevi filmati di max 5′ realizzati con strumentazione anche non professionale. Le opere selezionate, che potete visionare in questa pagina, gareggeranno per il Premio SEEN CITY – LET’S PLAY MARCHE e per il Premio del Pubblico. 

Il Premio in denaro (1.500 Euro) sarà conferito da una Giuria di esperti nel corso della serata finale che si svolgerà il 6 maggio.
Il Premio del Pubblico sarete voi stessi ad assegnarlo: dopo aver visionato i video nella sezione sottostante, potrete infatti  esprimere il vostro apprezzamento cliccando sul cuoricino che troverete di fianco ad ogni video. Il videomaker che avrà ottenuto il maggior numero di cuori riceverà un “regalo speciale”.

L’evento di premiazione sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube della Fondazione Marche Cultura e vedrà la partecipazione di Denise Tantucci, giovane attrice marchigiana co-protagonista dell’ultimo film di Nanni Moretti, “Tre Piani”, che si è fatta conoscere al grande pubblico con le serie TV “Braccialetti Rossi”, “Sirene” e “Un medico in famiglia”.

Il concorso cineaudiovisivo Seen City rientra nel progetto VediamoCineMarcherassegna di film ambientati nelle Marche o che del territorio e dei suoi personaggi esprimono un’immagine “riconoscibile” di marchigianità – ideata da Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura che si è svolta l’estate scorsa nella suggestiva location dell’Arena Gigli di Porto Recanati, accompagnata dalla presenza di attori, registi e professionisti del settore. Chi ha seguito quelle piacevoli e applauditissime serate di cinema avrà già capito che l’Assessore alla Cultura del Comune di Porto Recanati, Angelica Sabbatini, ha deciso di puntare sul Cinema per promuovere identità, bellezze e godibilità di questa cittadina ricca di innovative iniziative turistiche.

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

I video in concorso

.

VIDEO FUORI CONCORSO

Giorni interi
Regia di Annalaura Africani