La Regione Marche alla XXXIII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino

Torino, 14-18 ottobre 2021
Padiglione 1 E09 - D08
 


In occasione del ritorno in presenza del Salone Internazionale del Libro di Torino, con la sua XXXIII edizione – Vita Supernova, la Regione Marche presenta un itinerario di scoperta del panorama culturale ed editoriale del proprio territorio, attraverso più di 25 eventi che, da giovedì 14 a domenica 17 ottobre, vedono la partecipazione di 4 festival letterari e di oltre 20 editori con più di 30 titoli.

La partecipazione della Regione Marche al Salone del Libro di Torino edizione 2021 assume una doppia valenza: fattuale e simbolica. Da una parte costituisce una vetrina e un mercato importante per le produzioni editoriali marchigiane, dall’altra rappresenta un segno di ripartenza e di vivacità dell’intero comparto culturale della regione.
La stessa organizzazione è un’impresa corale che coinvolge la Giunta regionale delle Marche, il Consiglio regionale, la Fondazione Marche Cultura e conta la partecipazione di quattro festival letterari, di oltre 20 editori con oltre 30 titoli.

Oltre 25 eventi per raccontare un’esperienza culturale unica

Insieme alle nuove proposte editoriali, le Marche presentano al Salone gli “accadimenti” culturali più rilevati dell’anno in corso. Innanzitutto il Festival MArCHESTORIE, che dal 2 al 19 settembre ha celebrato il patrimonio culturale immateriale dei piccoli borghi delle Marche: un repertorio di leggende, storie, tradizioni, saperi messo in forma di spettacolo nelle vie, nelle piazze, nei teatri e nel paesaggio naturale di 56 Comuni delle Marche (www.marchestorie.it).
Il 2021 è anche anno di anniversari e ricorrenze importanti per la storia e la cultura delle Marche e il Salone è il proscenio privilegiato per celebrarle. Il 2021 è il cinquecentenario della nascita di Sisto V, papa Felice Peretti, che ha segnato la cultura, l’arte, la società delle Marche, che ha marcato il paesaggio urbano di tante città marchigiane, a cominciare da Grottammare, dove è nato e da Montalto, la sua “patria carissima”. Le Marche celebrano il cinquecentenario con pubblicazioni dotte, convegni e produzioni cinematografiche.
Nel 1946, 75 anni fa, venivano scoperti nelle campagne di Cartoceto di Pergola i Bronzi dorati, l’unico gruppo scultoreo in bronzo dorato di epoca romana mai giunto fino a noi. La coincidenza ha prodotto un nuovo catalogo del Museo dei Bronzi dorati di Pergola, che recepisce nuove acquisizioni sia storiche che tecniche.
Inoltre, esattamente 100 anni fa, Macerata guardava il primo allestimento in scena dello Sferisterio, la grande arena semicircolare originariamente destinata al gioco del pallone col bracciale e oggi sede del Macerata Opera Festival: uno degli attrattori culturali e turistici più importanti della regione.
Un altro primato culturale delle Marche è l’approvazione della Legge n. 4 del 1 marzo 2021 sul “Riconoscimento di Fabriano come città della carta e della filigrana e di Ascoli Piceno e Pioraco come Città della carta” che individua la carta come bene significativo dell’identità regionale e ne sancisce il valore come volano per lo sviluppo culturale, turistico e produttivo. É una legge che tutela le botteghe artigiane, sostiene la trasmissione del sapere manuale e artistico e
favorisce iniziative per attivare presso l’Unesco la procedura per il riconoscimento della carta e della filigrana come “bene immateriale dell’umanità”.

Con queste e altre avvincenti “storie” marchigiane (nello stand della Regione Marche si succederanno oltre 25 eventi da giovedì 14 a domenica 17 ottobre) le Marche concorreranno a illuminare la Supernova di Torino 2021.

Scarica il programma

Guarda gli eventi in diretta streaming su Youtube


“Una presenza consolidata nel corso del tempo e che si rinnova fornendoci la possibilità di accogliere la migliore espressione letteraria marchigiana e di presentare alcune nostre produzioni collegate alla collana dei Quaderni del Consiglio regionale. Sarà anche l’occasione per far conoscere alcune importanti leggi approvate nel corso di questo primo anno di attività dell’Assemblea legislativa, a partire da quella sul riconoscimento di Fabriano come Città della carta e della filigrana, nonché di Ascoli Piceno e Pioraco come Città della carta. Con lo stand allestito come di consuetudine insieme alla Giunta, il Consiglio vuole confermare la ricchezza, la poliedricità, l’innovazione che caratterizza la cultura delle Marche, senza mai dimenticare la tradizione e gli insegnamenti che ci vengono dal passato”. 

“Abbiamo voluto partecipare al Salone dando, ovviamente, spazio all’editoria marchigiana. Abbiamo voluto anche cogliere l’opportunità di questa vetrina internazionale per esaltare alcuni eventi culturali che diano conto dell’originalità e della complessità dell’offerta culturale regionale. Un’offerta che riconosce un primato a MArCHESTORIE, festival che nel 2021 ha segnato la sua prima edizione, che celebra il patrimonio culturale immateriale dei piccoli borghi marchigiani. Un patrimonio di storie, racconti, leggende e saperi che sono il tratto identitario più autentico delle Marche”.

Programma Regione Marche
Salone Internazionale del Libro di Torino 2021

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.