Sono in corso in questi giorni le riprese di “Castelrotto“, esordio al lungometraggio del regista e sceneggiatore marchigiano Damiano Giacomelli. L’opera è realizzata con il sostegno della Regione Marche attraverso il Bando Filiera Cineaudiovisiva – Fondi POR FESR 2014-2020, e di Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura.

Castelrotto è una commedia nera investigativa girata tra Torchiaro, piccolo borgo in provincia di Fermo, e Macerata.
Nel cast figurano attori professionisti, come Giorgio Colangeli, Denise Tantucci, Fabrizio Ferracane, Giorgio Montanini, Antonella Attili, Mirco Abbruzzetti, Stanley Igbokwe, Ermanno De Biagi. Tutti i caporeparto e gran parte delle maestranze coinvolte nella realizzazione dell’opera risiedono inoltre nelle Marche.

Castelrotto è un ridente borgo appenninico, fuori dalla cronaca…e dalla storia. Qui vive da sempre Ottone, uno dei pochi paesani eruditi e progressisti, maestro elementare e cronista locale della vallata, finché un brutto episodio gli ha sconvolto la vita.
Quando lo incontriamo per la prima volta, dieci anni dopo il fattaccio, Ottone è un vecchio solo, testardo e mezzo sordo, che vorrebbe solo vendicarsi degli uomini che considera colpevoli di averlo rovinato. Quando un misterioso misfatto da prima pagina scuote la vita di Castelrotto, Ottone approfitta dell’occasione per riprendere la penna in mano e torna a collaborare con la vecchia testata locale.
Il suo piano è chiaro: manipolare il racconto del nuovo crimine per far accusare i suoi nemici storici. Quello che non hanno pagato allora devono pagare oggi. Un revenge movie sulle fake news di paese, guidato da un testardo Don Chisciotte di provincia.

L’uscita del film si prevede tra fine 2022 e inizio 2023.

Damiano Giacomelli è regista e sceneggiatore, e dal 2014 anche produttore cinematografico con la YUK! film Srl, con sede nelle Marche. Nel 2019 i suoi ultimi cortometraggi “La strada vecchia” e “Spera Teresa” hanno ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il premio come Miglior Corto al Torino Film Festival e il primo premio al concorso Giovani Autori Italiani organizzato da SIAE nell’ambito della Mostra del cinema di Venezia. Il suo documentario “Noci Sonanti” (co-regia con Lorenzo Raponi) ha partecipato a importanti festival nazionali e internazionali, vincendo il premio come Miglior Opera Prima al Biografilm festival di Bologna. È fondatore della scuola di cinema Officine Mattòli, dove dal 2010 coordina il corso di filmmaking.

Il film è prodotto dalla società marchigiana YUK! film ed è stato sostenuto dalla Regione Marche con il Bando Filiera Cineaudiovisiva – Fondi POR FESR 2014-2020, e da Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura.

Foto di Sabrina Viggiano